• No products in the cart.
  • No products in the cart.

I passatelli, è pasta o non è pasta?

HomeRicetteI passatelli, è pasta o non è pasta?
passatelli

I passatelli, è pasta o non è pasta?

Ne parlava già l’Artusi, e a ragione. I passatelli sono delle vere e proprie prelibatezze, ma che spesso vengono scambiati per un tipo di pasta.

È un piatto tipico della Romagna, che solitamente amo mangiare d’inverno, perché vengono serviti in brodo. Ma non il brodo del dado, mi raccomando. Il brodo di cappone è l’ideale

L’impasto è a base di uova, pane comune grattugiato, parmigiano grattugiato, noce moscata e limone. Si forma una palla, e successivamente li si fa passare in un arnese apposito per i passatelli. In sostituzione si può utilizzare uno schiaccia patate. Vengono poi serviti nel brodo di carne, e sono davvero deliziosi!

Negli ultimi anni si reinventano i piatti della tradizione, e così ho scoperto che sono ottimi anche con il brodo di pesce, oppure conditi con ingredienti, sempre di stagione e del territorio.

Un modo diverso per gustare un ottimo primo, che non sia fatto di pasta

RICETTA PASSATELLI ORIGINALI

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di pan grattato comune
  • 200 g Parmigiano Reggiano
  • 4 uova
  • q.b. noce moscata
  • scorza di mezzo limone

Procedimento:

  1. Impastare. Se risulta duro aggiungere un uovo.
  2. Far riposare l’impasto per due ore e mezza, e ogni 20 minuti lavorarlo un po’. In questo modo i passatelli risulteranno più duri e non si sfalderanno durante la cottura.
  3. Passare l’impasto nello schiaccia patate, e produrre dei vermiciotti del diametro di 5 mm piuttosto rugosi.
  4. Gettarli nel brodo (ricetta qui sotto). Saranno cotti quando affioreranno in superficie.
  5. Servire ben caldi insieme al brodo.

Per il brodo:

  • Cappello del prete
  • osso di bue
  • sedano
  • carote
  • cipolle
  • 3 pendolini (pomodorini)
  • un quarto di gallina (spellata)
  • 2,5 litri d’acqua

Procedimento:

  1. Far cuocere il tutto in una pentola a pressione per poco meno di un’ora
  2. Togliere la carne e le verdure, filtrare.

La carne che è servita per fare il brodo non va buttata, ma è ottima per preparare ad esempio semplici e veloci polpette.

POST A COMMENT