• No products in the cart.
  • No products in the cart.

Come progettare un negozio di pasta fresca con laboratorio

HomeNovitàCome progettare un negozio di pasta fresca con laboratorio

Come progettare un negozio di pasta fresca con laboratorio

Aprire un attività di pasta fresca può essere sicuramente una iniziativa imprenditoriale di successo sempre chè si tiene conto di diverse variabili per una attenta analisi preliminare di fattibilità quali:

  • studio della location dell’attività
  • predisposizione del progetto e del layout e relativo preventivo di costi di ristrutturazione.
  • studio di fattibilità e pianificazione finanziaria dell’investimento
  • verifica delle fonti di approvvigionamento finanziario (personale, banche e finanziamenti a fondo perduto od agevolato esistenti al momento della realizzazione).
  • pianificazione della organizzazione aziendale e relativi costi del personale con verifica con un consulente del lavoro dei contratti più appropriati.
  • analisi accurata delle esigenze del mercato (questo dipende dalla location e dal tipo di prodotti che si intende produrre).
  • individuazione delle tipologie di prodotti da produrre (pasta secca, pasta surgelata, pasta fresca pastorizzata. pasta fresca al dettaglio, piatti pronti).
  • individuazione del segmento di mercato a cui si intende rivolgersi (privati, ristoranti, hotels, GDO).
  • Dove si vuole concentrare la vendita (quartiere, città, regione, nazione, estero e se estero dove).
  • Se la vendita avviene anche on line.
  • individuazione degli strumenti di marketing idonei al tipo di vendita da effettuare (sito web, supporti cartacei etc).
  • abbigliamento del personale e relativi costi.
  • costi presunti di consumi energetici, canoni di locazione, canoni per insegne pubblicitarie per insegne luminose.,
  • selezione delle macchine per la produzione della pasta che variano a seconda della tipologia di prodotto e dal quantitativo di prodotti presumibilmente da produrre quotidianamente.
  • i corsi per la pasta fresca, qualora non si avesse esperienza nella produzione o per l’istruzione a l’utilizzo delle macchine.
  • le autorizzazione comunali e certificazioni necessarie per iniziare a produrre e vendere.

In sintesi, una volta messa a punto l’analisi preliminare e messo su carta i numeri si avranno le idee più chiare. I fattori che contribuiscono alla realizzazione del progetto sono in grandi linee quelli elencati, peraltro comuni a tutti gli altri tipi di iniziative imprenditoriali.

Se poi vuoi semplificarti la vita, scegliere J-MOMO come partner della tua iniziativa potrebbe non risultare essere un errore. J-MOMO mette a disposizione dei nuovi imprenditori del settore tutta la propria esperienza nel campo. Realizza insieme a te il tuo laboratorio “chiavi in mano” .  

 

 

 

 

POST A COMMENT