• No products in the cart.
  • No products in the cart.

Come aprire un laboratorio di pasta fresca

HomeEventiCome aprire un laboratorio di pasta fresca
pastificio J-MOMO

Come aprire un laboratorio di pasta fresca

Aprire un pastificio di pasta fresca, secca, pasta biologica o senza glutine è una idea di successo ma è importante la qualità del prodotto offerto.

Fondamentale è la selezione delle attrezzature di cui necessitiamo per l’avviamento di un pastificio e che rispettino la normativa in materia di igiene. Ma da valutare nel contempo il volume della produzione che si intende fare e la stessa qualità dl prodotto finito. In tutti i casi prima dell’apertura è sempre necessario avere conoscenza di cio che si vuole fare e per questo J-MOMO nel progetto di franchising prevede corsi di formazione a tutti i livelli da fare presso il proprio laboratorio corsi di formazione tenuti da insegnanti e mastri pastai.

Trattandosi di un prodotto artigianale “fatto in casa” è di livello superiore rispetto a quanto producono le marche industriali, perciò bisogna considerare una clientela che preferisce spendere un po’ di più e comprare cibi sani.

Per aprire un pastificio

Individuare i locali idonei e che abbiano le seguenti caratteristiche:

se vuoi vendere al pubblico, ottima visibilità sulla strada e con vetrine. Se possibile utilizzare una delle vetrine per far vedere dalla strada la lavorazione.

se intendi vendere al settore Ho.Re.Ca (ristoranti, alberghi, etc) potresti anche utilizzare un locale che non abbia eccessiva visibilità (quindi contenendo i costi di locazione o di eventuale acquisto), ma aumenterebbero i cosi relativi al marketing perchè dovrai essere tu a raggiungere il cliente in qualche modo (web, mailing etc)

Potrebbe essere sufficiente un locale di 40/50Mq a salire e questo dipende molto dal tipo di prodotto che hai in mente di produrre, che dovrà essere completo di tutto il necessario per la preparazione della pasta e della relativa vendita del prodotto stesso.

Per la preparazione occorre: 

  • Un tavolo da lavoro in acciaio inox
  • Un’impastatrice da 30 Litri
  • Frigorifero da 700/1400 Litri, positivo e negativo
  • Un gruppo tritacarne/grattugia

Per quando riguarda le macchine per pasta ripiena e non ripiena, occorre:

  • Una pressa impastatrice ed estrusore con relative trafile in bronzo
  • Una raviolatrice per la produzione di ravioli ripieni
  • Una gnoccatrice per la produzione di gnocchi di ogni formato
  • Sfogliatrice con impastatrice e taglierina semiautomatica

Se poi dovessi decidere anche di produrre della pasta ripiena fatta a mano le attrezzature saranno altre tra cui sicuramente dei piani di lavoro in legno, mattarelli ed accessori vari facilmente reperibili su internet

Se si vuole produrre anche della pasta secca, si necessita di una pressa per produrre qualsiasi formato di pasta ed un essiccatoio. Tutte le macchine ed attrezzature devono essere a norma CE.

Incentivi, agevolazioni e contributi a fondo perduto per l’apertura del pastificio

Lo Stato Italiano mette a disposizione ai giovani imprenditori diversi incentivi, agevolazioni e contributi a fondo perduto per l’apertura del vostro pastificio.

Uno fra questi incentivi è quello messo a disposizione da Invitalia, dedicato a tutti gli imprenditori under 35 del “mezzogiorno” d’Italia, con incentivi per pastifici fino a 40 mila euro.

Questo è solo uno dei tanti incentivi e contributi per l’apertura di pastifici.pastificio tagliatelle

Progetto di apertura. Planimetria, business plan e scelta dei macchinari

J-MOMO mette in campo tutta la propria esperienza nella produzione di pasta fresca con la formula del franchising “chiavi in mano” che spazia dalla consulenza alla preapertura del laboratorio con studio ed analisi della location, il progetto fino alla completa realizzazione del laboratorio di pasta fresca. ma molto importante saper scegliere con estrema cura le macchine e le attrezzature per la produzione di pasta fresca che si dovranno basare sulle effettive esigenze di chi andrà ad operare. Dopo aver analizzato le esigenze studieremo insieme la tecnologia più indicata per il format.

Formazione ed avviamento negozi di pasta fresca

J-MOMO fornirà tutta l’assistenza della pre apertura che consiste anche nel tenere dei corsi presso il laboratorio di J-MOMO affinchè possiate apprendere tutti i segreti per fare la pasta di qualità.

Dalla formazione all’utilizzo dei macchinari ai “trucchetti” della pasta fresca, trasmettendovi per filo e per segno tutti i “piccoli segreti” dei pastai, maturati in oltre 60 anni di esperienza nel settore della pasta.pasta-pastificio

Cosa serve per aprire (parte burocratica):

  • Apertura partita IVA
  • Iscrizione al registro imprese
  • Iscrizione all’albo imprese artigiane
  • Autorizzazione sanitaria della ASL di competenza per il laboratorio e HACCP per l’igiene degli alimenti
  • Autorizzazione comunale per la vendita

 

POST A COMMENT