• No products in the cart.
  • No products in the cart.

Piatti pronti surgelati, le tendenze del mercato

HomeNovitàPiatti pronti surgelati, le tendenze del mercato

Piatti pronti surgelati, le tendenze del mercato

Piatti pronti: le tendenze del mercato

Nonostante ciò che si possa pensare i piatti pronti surgelati, secondo quanto viene stabilito dalla legge non contengono nessun conservante: l’unico metodo che viene utilizzato per conservare i prodotti è il freddo. Il surgelamento, mediante l’utilizzazione di apposite macchine che vengono chiamate abbattitori di temperatura, infatti rimuove velocemente il calore dagli alimenti lasciando pressochè inalterate le caratteristiche organolettiche e nutrizionali. Per di più con gli stessi valori nutrizionali rispetto ai prodotti freschi.

Un prodotto surgelato può essere conservato perchè la surgelazione è un metodo sicuro e naturale per conservare gli alimenti  ma è anche una valida alleata nella lotta allo spreco alimentare. Difatti viene calcolato che ogni anno in tutto il mondo 1/3 del cibo prodotto viene sprecato, nella sola UE si parla di circa 89 milioni di tonnellate di cibo che dalle tavole finisce dritto dritto nella pattumiera. Con i prodotti surgelati non ci sono scarti perché è più semplice cucinare di volta in volta solo la quantità di cibo che ci serve.spaghetto vongole

Quindi, l’utilizzo dei piatti pronti surgelati, specie se di alta qualità  come quelli prodotti da J-MOMO sembra essere il miglior sistema per avere in una sola mossa la soddisfazione di più bisogni.

Secondo alcuni studi di settore i maggiori utilizzatori di piatti pronti surgelati sono concentrati nel nord Italia, resta un po indietro il sud che si ritiene ancora legato alle tradizioni. Pare che sia proprio il tempo disponibile oggi, in modo particolare nelle famiglie nelle quali marito e moglie lavorano entrambi, che influisce sui consumi dei piatti pronti surgelati. Maggiore è il minor tempo disponibile per cucinare, maggiore e costante l’aumento della produzione dei piatti pronti freschi e surgelati.

In questa situazione ne traggono benefici non solo i produttori di piatti pronti ma anche le società di consegna a domicilio e e le attività di ristorazione con piatti pronti da asporto.

I surgelati sempre secondo l’indagine di mercato condotta,  non sono più considerati scelte secondarie o di bassa qualità, anzi. Sono scelti principalmente perché “salva-pasto” e veloci ma di qualità e ricchi di proposte alternative. Ben il 56% del totale campione ritiene inoltre che i surgelati siano i veri prodotti “freschi”, perché mantengono il gusto e le proprietà organolettiche nel tempo. Da notare, quale ulteriore tratto positivo, la notevole fiducia accordata al surgelato anche nel “fuori casa”: oltre il 50% degli intervistati non ha problemi a richiederlo in forma consapevole, quando segnalato nel menu.

Oggi le aziende, come la J-MOMO, tendono a migliorare sempre di più la qualità dei piatti pronti surgelati in relazione proprio all’aumento costante nel tempo dei consumatori verso questi alimenti. Quindi sempre più piatti gourmet nei menu delle aziende. Il vantaggio ora è che un cittadino di Milano può pranzare con un buon piatto di ziti alla genovese fatti a Napoli secondo la tradizione e con le materie prime selezionate come può essere la Cipolla Ramata di Montoro, ingrediente importantissimo per la realizzazione di questo famoso piatto della tradizione napoletana.

POST A COMMENT